Il portale www.lifeseeder.com è di proprietà di LifeSeeder S.p.A. Via di Castel Romano, 100, 00128, Roma Codice Fiscale 14523931005 (di seguito anche “LifeSeeder”).
Questa pagina contiene i termini d’uso relativi al portale LifeSeeder (di seguito il “Portale”), che consigliamo di leggere attentamente prima di utilizzare il sito e i servizi offerti dal Portale. Il suo utilizzo è subordinato all’accettazione dei termini e delle condizioni qui di seguito stabilite. Se non si intende accettare si è invitati a non utilizzare il sito e a non scaricare alcun materiale dello stesso.

Registrazione.

I servizi ed il Portale sono destinati a utenti che abbiano compiuto il 18° anno di età (di seguito anche gli “Utenti”).
La navigazione di alcune sezioni del Portale è offerta agli Utenti senza alcuna registrazione, mentre alcune sezioni del Portale ed il servizio crowdfunding (di seguito anche il “Servizio” o il “Servizio Crowdfunding”) sono accessibili dagli Utenti solo dietro registrazione.
Gli Utenti che si registreranno al Portale o sottoscriveranno il Servizio Crowdfunding dovranno fornire alcuni dati personali e seguire la procedura di registrazione e/o di attivazione illustrata al momento della registrazione o della richiesta di sottoscrizione del Servizio Crowdfunding.
Il processo di autenticazione fa parte delle normali procedure di sicurezza e autenticazione ed ha come fine quello di tutelare la sicurezza degli Utenti e accertarsi che l’Utente sia realmente interessato alla registrazione o alla attivazione del Servizio Crowdfunding.
Per procedere all’investimento, il Portale richiede all’utente precedentemente registrato di identificarsi come investitore professionale o non e specificare se trattasi di persona fisica o giuridica, deve inoltre dare conferma di aver visionato tutta la documentazione relativa alla startup su cui vuole investire e aver preso visione dell’Informativa Consob sull’equity crowdfunding.
La conoscenza dei codici per l’accesso al Portale e/o al Servizio Crowdfunding da parte di terzi può consentire l’accesso a terzi non autorizzati. L’Utente registrato dovrà quindi avere cura dei codici di accesso e tenerli riservati. Nel caso di smarrimento, furto o perdita dei codici di accesso l’Utente dovrà prontamente avvisare LifeSeeder che procederà alla disattivazione e sostituzione. L’Utente è direttamente ed indirettamente responsabile di ogni uso improprio ed illegittimo del Servizio Crowdfunding da parte propria o da parte di terzi che utilizzeranno il Servizio Crowdfunding a suo nome.

 

Funzionalità del servizio.

Il Servizio Crowdfunding consiste nel consentire alle società offerenti (di seguito le “Offerenti”) di pubblicare sul Portale un’offerta di proprie quote o azioni rappresentative del capitale sociale per un corrispettivo totale inferiore a quello determinato dalla Consob ai sensi dell’articolo 34-ter, comma 1, lettera c) del regolamento Consob in materia di Emittenti, adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modifiche, ad Investitori Professionali e/o ad

 

Investitori non Professionali.

Il diritto di accesso al Portale e l’utilizzo del Servizio è personale e non è trasferibile a terzi.
LifeSeeder non garantisce la ininterrotta funzionalità della piattaforma: infatti, al fine di garantire gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, l’accesso e l’utilizzo del portale potranno essere sospesi o interrotti a sua esclusiva discrezione.
LifeSeeder non risponde neppure di ritardi, malfunzionamento, sospensione e/o interruzione nell’erogazione del servizio causati da: forza maggiore o caso fortuito; così come nel caso di manomissione o di interventi illeciti ad opera di terzi su servizi o apparecchiature utilizzate da LifeSeeder; o nel caso di malfunzionamento degli apparati di connessione utilizzati dagli utenti.

 

Disciplina per gli Offerenti.

Gli offerenti si impegnano a pubblicare in maniera dettagliata, corretta, chiara, non fuorviante e senza omissioni, con caratteri leggibili, tutte le informazioni riguardanti l’offerta affinché gli Investitori possano ragionevolmente e compiutamente comprendere la natura dell’investimento, il tipo di strumenti finanziari offerti e i rischi ad essi connessi e prendere le decisioni in materia di investimenti in modo consapevole.
Le Offerenti si impegnano altresì a pubblicare sul Portale una descrizione della propria società, del progetto industriale, del business plan, degli strumenti finanziari oggetto dell’offerta, dei diritti ad essi connessi e delle relative modalità di esercizio, delle clausole predisposte dall’Offerente con riferimento alle ipotesi in cui i soci di controllo cedano le proprie partecipazioni a terzi successivamente all’offerta (a titolo esemplificativo, le modalità per la way out dall’investimento, presenza di eventuali patti di riacquisto, eventuali clausole di lock up put option a favore degli Investitori ecc.) con indicazione della durata delle medesime, i curriculum degli organi sociali e degli amministratori, nonché il link al proprio sito internet dove devono essere presenti, in caso di startup o PMI innovative, le informazioni previste dall’art. 25, co. 12 della Legge 221/12
In caso di offerta condotta da startup o PMI innovative, le stesse si impegnano altresì a fornire, ove disponibile, l’informativa contabile prevista dal Regolamento, ovvero i dati essenziali al 31 dicembre precedente all’inizio dell’offerta relativi al fatturato, al margine operativo lordo e netto, all’utile d’esercizio, al totale attivo, al rapporto fra immobilizzazioni immateriali e il totale attivo, la posizione finanziaria netta, nonché il giudizio del revisore, prevedendo anche il collegamento ipertestuale diretto per l’informativa contabile completa.
In caso di offerta condotta da OICR che investono prevalentemente in start-up innovative e in PMI innovative l’Offerente si impegna a prevedere il collegamento ipertestuale al regolamento o statuto e alla relazione semestrale dell’OICR e al documento di offerta contenente le informazioni messe a disposizione degli investitori, redatto in conformità all’allegato 1-bis del Regolamento approvato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 e successive modificazioni.
Per le società che investono prevalentemente in start-up innovative e in PMI innovative, l’Offerente si impegna a pubblicare la politica di investimento della società e l’indicazione delle società nelle quali sono detenute partecipazioni con indicazione del collegamento ipertestuale ai rispettivi siti interne
Gli Offerenti si impegnano inoltre a pubblicare per ciascuna offerta la seguente avvertenza: “Le informazioni sull’offerta non sono sottoposte ad approvazione da parte della Consob. L’offerente è l’esclusivo responsabile della completezza e della veridicità dei dati e delle informazioni dallo stesso fornite. Si richiama inoltre l’attenzione dell’investitore che l’investimento, anche indiretto, mediante OICR o società che investono prevalentemente in strumenti finanziari emessi da start-up innovative e PMI innovative è illiquido e connotato da un rischio molto alto.”
Sempre con riguardo all’offerta, gli Offerenti si impegnano a pubblicare:

  • le condizioni generali dell’offerta, ivi inclusa l’indicazione dei destinatari, di eventuali clausole di efficacia e di revocabilità delle adesioni;le informazioni sulla quota eventualmente già s
  • ottoscritta da parte degli Investitori Professionali o da parte di fondazioni bancarie o da parte di Incubatori Certificati; di start up innovative;la
  • descrizione delle modalità di calcolo della quota riservata agli Investitori Professionali o alle fondazioni bancarie o agli Incubatori Certificati;
  • i termini e le condizioni per il pagamento e l’assegnazione/consegna degli strumenti finanziari sottoscritti dagli Investitori;
  • le eventuali informazioni circa i conflitti di interesse connessi all’offerta;
  • indicazione di eventuali costi o commissioni posti a carico dell’investitore, ivi incluse le eventuali spese per la successiva trasmissione degli ordini a banche e imprese di investimento;
  • indicazione di ogni corrispettivo, spesa o onere gravante sul sottoscrittore in relazione all’eventuale regime alternativo di trasferimento delle quote previsto dall’art. 100-ter, comma 2-bis, del TUF;
  • le eventuali informazioni sulla pubblicazione di offerte aventi il medesimo oggetto su altri portali

Gli Offerenti infine si impegnano a:

  •  aprire un conto destinato all’Offerta presso la Banca Depositaria;
  • a deliberare (nel caso in cui l’Offerente non sia un OICR) un ‘aumento di capitale sociale a servizio delle offerte;
  • ad inserire nello statuto sociale, per un periodo corrispondente al periodo in cui perdura lo status di “start up innovativa” e comunque per i tre anni successivi all’offerta, il diritto di recesso dalla società ovvero il diritto di co-vendita delle proprie partecipazioni nonché le relative modalità e condizioni di esercizio nel caso in cui i soci di controllo, successivamente all’offerta, trasferiscano il controllo a terzi, in favore degli Investitori non Professionali o delle fondazioni bancarie o degli Incubatori Certificati;
  • a garantire, senza spesa alcuna, l’esercizio da parte degli Investitori non Professionali del diritto di revoca quando, tra il momento dell’adesione all’offerta e quello in cui la stessa è definitivamente chiusa, sopravvenga un fatto nuovo o sia rilevato un errore materiale concernente le informazioni esposte sul Portale, che siano atti a influire sulla decisione dell’investimento; tale diritto di revoca dovrà essere consentito agli Investitori non Professionali qualora esercitato entro 7 giorni dal momento in cui gli Investitori non Professionali siano venuti a conoscenza del fatto nuovo o dell’errore materiale;
  • a garantire, senza spesa alcuna, l’esercizio del diritto di recesso agli Investitori non Professionali entro 7 giorni decorrenti dalla data dell’ordine;
  • a far sottoscrivere, prima del perfezionamento dell’offerta sul Portale, il 5% del proprio capitale ad Investitori Professionali o a fondazioni bancarie o a Incubatori Certificati;
  • a non distribuire utili finché perdura lo status di “start up innovativa”.

 

Disciplina per gli investitori.

LifeSeeder informa gli investitori non professionali che gli stessi possono accedere alla sezione del Portale dove sono pubblicate le offerte solo dopo: (i) aver preso visione delle informazioni di investor education presenti sul sito della Consob, (ii) aver risposto positivamente al questionario comprovante la piena comprensione delle caratteristiche essenziali e dei rischi principali connessi all’investimento in start-up innovative, (iii) aver dichiarato di essere in grado di sostenere economicamente l’eventuale intera perdita dell’investimento che intendono effettuare.

LifeSeeder informa inoltre gli investitori non professionali, con esonero di ogni responsabilità al riguardo, che l’adesione alle offerte relative al Servizio Crowdfunding, può determinare:

  • la perdita dell’intero capitale investito
  • il rischio di illiquidità.
  • è altamente consigliabile ed opportuno investire sul capitale degli Offerenti solo nel caso in cui l’investimento è adeguatamente rapportato alle proprie disponibilità finanziarie;
  • l’adesione all’offerta e quindi l’investimento sugli strumenti finanziari degli Offerenti comporta l’impossibilità di distribuzione degli utili per il periodo in cui gli Offerenti mantengono lo status di “start up innovativa”;
  • il trattamento fiscale degli investimenti è disciplinato dal Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze del 30 gennaio 2014 ed è soggetto a possibili modifiche secondo i provvedimenti normativi che saranno di tempo in tempo adottati nell’ordinamento;
  • per le start up e PMI innovative sono previste alcune deroghe al diritto societario in tema di riduzione del capitale sociale per perdite, in tema di creazione di particolari categorie di quote dotate di diritti particolari sia patrimoniali che amministrativi, in tema di divieto di operazioni sulle quote delle società a responsabilità limitata, il tutto come meglio indicato all’art. 26 della Legge 221/2012;
  • possono esercitare il diritto di recesso entro 7 giorni dalla data dell’ordine;
  • possono esercitare il diritto di revoca quando, tra il momento dell’adesione all’offerta e quello in cui la stessa è definitivamente chiusa, sopravvenga un fatto nuovo o sia rilevato un errore materiale concernente le informazioni esposte sul Portale, che siano atti a influire sulla decisione dell’investimento; tale diritto di revoca potrà essere esercitato dagli Investitori non Professionali entro 7 giorni dal momento in cui gli stessi siano venuti a conoscenza del fatto nuovo o dell’errore materiale;
  • la gestione degli ordini è garantita dalle banche e dalle imprese di investimento in conformità alle disposizioni contenute nella Parte II del Testo Unico Finanza (D.Lgs 58/98) e nella relativa disciplina di attuazione, ad eccezione dei casi in cui: (i) gli ordini siano impartiti da Investitori – persone fisiche – e il relativo controvalore sia non superiore a cinquecento euro per singolo ordine e a mille euro considerando gli ordini complessivi annuali, (ii) gli ordini siano impartiti da Investitori -persone giuridiche – e il relativo controvalore sia non superiore a cinquemila euro per singolo ordine e a diecimila euro considerando gli ordini complessivi annuali; a tal fine l’Investitore si impegna a rilasciare a LifeSeeder contestualmente all’effettuazione dell’investimento, un’attestazione con la quale dichiara di non aver superato, sempre nel medesimo anno solare di riferimento, le soglie qui indicate, considerando anche gli investimenti eventualmente effettuati su altri portali.

 

Limiti di responsabilità.

Le informazioni contenute in questo sito sono fornite in buona fede e LifeSeeder le ritiene accurate, ma non garantisce che il sito stesso e le informazioni in esso contenute siano privi di errori.
Poiché LifeSeeder non è tenuta a controllare in alcun modo il materiale fornitogli dalle startup o dalle PMI non può essere in alcun modo ritenuta responsabile per il suddetto materiale, né per eventuali errori e/o omissioni nello stesso, nonché per eventuali danni diretti o indiretti derivanti agli utenti e/o a terzi dall’utilizzo o mancato uso del Servizio. L’emittente è il solo ed unico responsabile della completezza e della veridicità dei dati e delle informazioni dallo stesso forniti.
LifeSeeder può anche migliorare, cambiare o eliminare alcune sezioni di questo sito, senza preavviso, fatti salvi tuttavia i diritti riconosciuti agli investitori, ai sensi del Regolamento Consob adottato con delibera il 26 giugno 2013, ed in particolare, dell’articolo 25, comma 2, del medesimo.
In nessun caso LifeSeeder potrà essere ritenuta responsabile per qualsiasi danno diretto o indiretto, causato dall’utilizzo di questo Sito.
Ogni singolo investitore è da considerarsi consapevole della rischiosità degli investimenti in startup o PMI innovative, come fra le altre, l’illiquidità di tali investimenti, i divieti di distribuzione degli utili in vigore per le startup, e la compatibilità dell’investimento con le proprie conoscenze finanziare e disponibilità. Inoltre, l’utente, oltre ad effettuare le proprie analisi, considerazioni, due diligence ed investire sulla base della propria personale valutazione, è consapevole che le offerte presentate sul portale LifeSeeder non sono in alcun modo verificate ne supportate da Consob, e che il processo di selezione adottato dalla società LifeSeeder S.p.A. è inteso a produrre un’offerta rispondente agli standard previsti per l’equity crowdfunding, senza poterne garantire in alcun modo la successiva solvibilità e senza poterne accertare la proporzionalità con le capacità d’investimento dell’utente.

Limiti di utilizzo.

I Contenuti delle pagine del sito LifeSeeder (compresa la grafica, le immagini, i loghi, i testi, le fotografie, i contenuti redazionali, e gli altri materiali) sono di proprietà di LifeSeeder S.p.A.. Tutti i diritti sono riservati.
I Contenuti del sito non possono essere copiati, riprodotti o pubblicati senza il preventivo consenso scritto di LifeSeeder S.p.A., fatta salva la possibilità di immagazzinarli nel proprio computer o di stampare estratti unicamente per utilizzo personale.

Link.

LifeSeeder non assume alcuna responsabilità per materiali creati o pubblicati da terzi con i quali il Portale abbia un link di collegamento. Chi decide di visitare un sito collegato al Portale lo fa a suo rischio, assumendosi l’onere di prendere tutte le misure necessarie contro virus o altri elementi distruttivi. LifeSeeder declina ogni responsabilità per qualsiasi perdita o danno che possa derivare dal loro utilizzo.

Cookie.

I cookie sono dei piccoli data file che alcuni siti web, mentre vengono visitati, possono inviare all’indirizzo del visitatore.
Sul portale viene fatto uso di cookie a fini statistici.
Tuttavia non può essere escluso che un cookie possa trovarsi da qualche parte nel sito. Se si preferisce non ricevere cookie, si può impostare il proprio browser in modo tale che vi avverta della presenza di un cookie e quindi decidere se accettarlo o meno. Si può anche rifiutare automaticamente tutti i cookie, attivando l’apposita opzione nel browser.

Legge e giurisdizione.

Il presente Regolamento è regolato dalla legge italiana. Il Foro di Roma avrà giurisdizione e competenza esclusiva per eventuali controversie comunque connesse al presente Regolamento. Ciò nonostante, LifeSeeder si riserva, qualora lo ritenga necessario, di poter agire in giudizio di fronte a Tribunali di Paesi o città diversi dall’Italia o da Roma, per proteggere i propri interessi e far rispettare i propri diritti.

Variazioni.

LifeSeeder può rivedere le presenti Condizioni di utilizzo in qualsiasi momento modificando la presente pagina. In caso di modifica delle Condizioni di utilizzo, LifeSeeder si impegna a pubblicare sul Portale le Condizioni di Utilizzo aggiornate. Gli utenti sono pertanto tenuti a controllare questa pagina periodicamente e a prendere atto di eventuali modifiche apportate, in quanto vincolanti per l’utente.